Il Parere racconta la serata pittorica a Siena

THANK YOU FOR THE DRUM MACHINE/DRINK TO ME/OBSIL/DVNO@Corte dei Miracoli

Questo fine settimana ho dipinto alla Corte dei Miracoli di Siena e puntalissimo il Parere ha documentato la serata, grazie per le belle parole.

"Pienone alla Corte
05/12/10 | Musica

Come riportato su il Parere nei giorni scorsi ieri sera (sabato 4 novembre) era in programma, presso la Corte dei Miracoli, una serata all’insegna dell’arte e della musica dal vivo. A partire dalle 19.30 circa fino alle 03.00 inoltrate, il palco della Corte ha visto avvicendarsi ben tre gruppi (Drink to me, DVNO, Thank you for the Drum Machine), una performance di pittura dal vivo e un ricco buffet per allietare il pubblico intento ad osservare il quadro che man mano andava creandosi sotto le pennellate di Diego Gabriele (artista fiorentino che ha già frequentato a Siena il liceo artistico).

Arriviamo intorno alle 21.00 e riusciamo ad assistere alle ultime pennellate dell’artista. Un dipinto raffigurante il mezzobusto di una giovane donna realizzato con pochi colori su un supporto di cartone. L’impatto visivo è piacevole e anche il materiale ben si presta alle crude pennellate dell’artista. Terminato di dipingere, il pubblico (ancora poco numeroso) si sparpaglia: c’è chi va ad abbeverarsi, chi da un’occhiata al dipinto e chi, semplicemente, si intrattiene facendo due chiacchiere.

Il tempo di ordinare e sorseggiare una birra e vediamo i locali della Corte andare brevemente riempiendosi. È quasi l’ora del primo concerto ed il pubblico si muove in direzione del palco. Non mi soffermerò più di tanto sulle esibizioni in quanto ne abbiamo già ampiamente parlato nel precedente articolo. Ciò che emerge tuttavia è una coerenza musicale di fondo che, pur nelle inevitabili differenze, unisce le tre band. Sia i Drink to me che i DVNO che gli attesissimi Thank you for the Drum Machine si caratterizzano infatti per uno stile che, passando da quello che molti definiscono post-rock, arrivano a sonorità tipiche degli anni ’00 in cui l’elettronica si va a fondere in un tutt’uno con la musica “suonata”. Il pubblico rimane entusiasta e la piccola sala rimane gremita per l’intera durata dei concerti. Un’affluenza davvero notevole se si pensa che in certi momenti per prendere qualcosa da bere si rischiava di aspettare anche venti minuti.

Il merito di questo successo va certamente all’organizzazione ed in primis ai ragazzi dei PRO+ che, riproponendo alla Corte dei Miracoli un format già adottato nelle ultime settimane da RèSISTANCe, hanno portato nella scena notturna senese una ventata di freschezza di cui sicuramente si sentiva il bisogno."


Leave a comment